it-ITen-US
Nome Banchetta Nasi
Località Sestriere
Quota Partenza 2807 mt.
Quota arrivo 1730 mt.
Dislivello 957 mt.
Lunghezza 3299 mt.
Difficoltà Nera

 

Da Sestriere: seggiovia Chisonetto-Banchetta o seggiovia Nuova Nube + sciovia Motta.

Descrizione: 

La pista Kandahar Banchetta G. Nasi è stata utilizzata per numerose gare di Coppa del Mondo, per le discese libere ed i SuperG dei Campionati Mondiali del ’97 e per le discipline veloci maschili dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

La partenza, a quota 2807 metri, rappresenta il punto più alto della Vialattea raggiungibile con gli impianti di risalita, di conseguenza offre una vista stupenda su tutte le montagne circostanti permettendo allo sciatore di assaporarsi la vastità e la bellezza del comprensorio.

La pista si colloca sulle pendici del Monte Motta per poi scendere sul monte Banchetta con esposizione ovest e nord-ovest. Il tratto iniziale è veramente per sciatori esperti in quanto si presenta con un ripidissimo muro, molto ampio, che raggiunge la pendenza massima del 63%; chi non se la sentisse di affrontarlo può in ogni caso percorrere la pista dallo sgancio della seggiovia Chisonetto-Banchetta, quota 2594 metri per una lunghezza di 2560 metri, senza prendere la sciovia Motta.  Dopo un breve tratto in diagonale, la pista, sempre molto ampia, scorre su plataux in assenza totale di vegetazione, data la quota ancora molto elevata, disegnando curvoni, la Esse Azzurra, che la rendono particolarmente dinamica e varia. Si arriva a questo punto al Piano Paradiso, che ci permette di riprendere fiato prima di infilarci nel bosco con la curva delle Acque Minerali. Ancora particolarmente impegnativo il tratto finale movimentato da vari cambi di pendenza e dall’alternarsi di curvoni sempre nel bosco; si giunge così al ripido muro d’arrivo in località Sestriere Borgata.

I nostri partner: